Riserva Naturale dello Stato Tomboli di Cecina

Scheda Riserva e Oasi



  • La Pineta e la macchia mediterranea della Riserva Naturale
  • La Pineta e la macchia mediterranea della Riserva Naturale
  • La Pineta e la macchia mediterranea della Riserva Naturale
  • La spiaggia e le dune della Riserva Naturale
  • La spiaggia e le dune della Riserva Naturale
  • La spiaggia e le dune della Riserva Naturale

Visite

La Riserva si estende per circa 15 km di lunghezza ed è divisa in tre tratti intervallata dagli abitati di Vada e Cecina. Le visite all'interno libere. Durante il periodo estivo, essendo l'area attrezzata con panchine e tavoli per pic-nic, è molto frequentata. I percorsi all'interno della riserva sono molto semplici.


Riserva Naturale dello Stato Tomboli di Cecina
Flora

La zona protetta si estende fino alla spiaggia ove si trovano alcune specie tipiche come il giglio di mare, la ruchetta di mare o l'eringio marittimo. Di seguito, nella fascia dunale, è presente una macchia bassa a prevalenza di ginepro coccolone e ginepro comune, addentrandosi nell'interno troviamo una macchia alta di leccio, per trovare infine le pinete di marittimo e domestico, elementi tipici del paesaggio costiero. 
Le pinete del tombolo meridionale furono create nel 1839 per iniziativa di Leopoldo II di Lorena Granduca di Toscana, con la funzione di proteggere le colture agricole dalla salsedine e dai venti marini e per la produzione di pinoli.


Fauna

Nella pineta trovano ospitalità caprioli, scoiattoli, volpi, istrici, tassi e cinghiali. Tra l'avifauna presente spicca la ghiandaia il merlo ed il picchio comune e lo sparviere.


Condividi la scheda

Dove si trova

La Riserva Naturale dello Stato dei Tomboli di Cecina si trova lungo il litorale tirrenico tra Rosignano Solvay e Marina di Bibbona, in provincia di Livorno.


Gestione

La gestione statale è affidata al Corpo Forestale dello Stato.


Numeri Utili

Corpo Forestale dello Stato, Ufficio Territoriale Biodiversità - Cecina (LI) Tel 0586 684220 Fax 0586 630987