ANPIL Lago di Porta

Scheda Riserva e Oasi



  • ANPIL Lago di Porta veduta
  • Particolare della zona umida del Lago di Porta
  • Particolare della zona umida del Lago di Porta
  • Particolare della zona umida del Lago di Porta

Visite

L’Area protetta del Lago di Porta (82 ettari) e quella contigua di Rupi di Porta (77 ettari nel comune di Pietrasanta) sono zone umide retrodunali scampate alle bonifiche delle paludi della Versilia effettuate nel ‘500.

Attualmente sono in corso interventi per il progressivo riallagamento delle zone protette con il rialzamento degli argini e altri lavori di ripristino ambientale.

Le visite all'interno dell'Area naturale sono libere.


ANPIL Lago di Porta
Flora

L’Anpil è quasi tutta invasa dal canneto (fragmiteti) a cui si mescola la mazza d’oro (Lysimachia vulgaris), i carici (Carex, Cyperus) e la canapa acquatica (Eupatorium cannabinum). Nell’area protetta, intorno al lago, sono presenti boschi di salici, pioppi ed ontani e nel sottobosco si segnalano il giglio d’acqua (Iris pseudacorus), i carici e la velenosa dulcamara.


Fauna

La zona protetta riveste un notevole interesse per l’avifauna acquatica presente.

Il canneto infatti rappresenta l’habitat ideale per alcuni piccoli uccelli come la cannaiola, la salciaiola (Locustella luscinioides) ed il forapaglie castagnolo (Acrocephalus melanopogon).

Nel Lago nidificano anche l’airone rosso (Ardea purpurea) il falco di palude ed il Martin Pescatore (Alcedo atthis).


Condividi la scheda

Dove si trova

L'area è raggiungibile da Pietrasanta (LU) percorrendo la Via Aurelia sino a Montignoso (MS) ove si devia in direzione Cinquale.


Gestione

La gestione è affidata dal comune di Montignoso al coordinamento di Lago di Porta di cui fanno parte Legambiente e WWF.


Numeri Utili

Comune di Montignoso - ufficio Ambiente  Tel. 0585 8271246
WWF Massa Carrara Tel. 360 234789
Legambiente Massa Montignoso  Cell. 331 9154062