Padule di Fucecchio, al via le escursioni primaverili



Si parte domenica 11 marzo con una visita birdwatching nell’area de Le Morette.
Con la primavera, riprendono le visite guidate nel Padule di Fucecchio e negli ambienti naturali vicini organizzate dal Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio Onlus: da febbraio ad giugno, una ricca offerta di escursioni naturalistiche e storico-ambientali per tutti gli interessati.
Per approfondire gli aspetti naturalistici, sono in programma diverse date nella Riserva Naturale, comprese alcune gite "notturne" per osservare la palude in un momento particolarmente suggestivo della giornata ed ascoltare i suoni e canti degli animali grandi e piccoli dell’area umida, ma anche dei boschi vicini.
Molto ricco anche il programma delle escursioni sul Montalbano (Colle di Monsummano, percorso dei mulini di Vinci, San Baronto con il barco mediceo), e in altri ambienti naturali di grande interesse naturalistico come la Riserva Naturale del Lago di Sibolla, le aree naturali protette La Querciola a Quarrata ed Arnovecchio ad Empoli, le aree di Poggio alla Guardia e delle Pietre Cavate nel Comune di Pieve a Nievole.
A completare l'offerta, laboratori sulle erbe palustri presso il Museo della Città e del Territorio di Monsummano T., percorsi sulla storia e le tradizioni locali (i luoghi della memoria dell'Eccidio, Stabbia e il Museo di Bagnolo) e visite inedite nella vicina città di Pistoia.
Il programma inizia domenica 11 marzo (ore 9-12) con una visita birdwatching nell’area de Le Morette, nel cuore della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, raggiungibile con un bel percorso attrezzato dal Centro Visite di Castelmartini.
Una piacevole passeggiata su strada pianeggiante, adatta veramente a tutti, consente di ammirare paesaggi suggestivi, attraversando per un lungo tratto anche il Bosco di Chiusi con le sue querce secolari, fino ad arrivare all'antico Porto de Le Morette.
L'itinerario prosegue sull'argine del Terzo, ormai nel cuore della palude, per raggiungere il Casotto del Biagiotti, che da molti anni è stato adibito ad osservatorio faunistico dell'area protetta, con un’ottima visuale sugli specchi d’acqua della Riserva Naturale.
Anche i meno esperti, grazie alla guida di un operatore del Centro e al potente cannocchiale messo a disposizione dall’Associazione, potranno fare birdwatching imparando a riconoscere numerose specie di uccelli acquatici.
Nel mese di marzo sono infatti presenti nella Riserva molti uccelli migratori ed in particolare le anatre di superficie (Germano reale, Alzavola, Codone, Mestolone, Canapiglia ecc.) e qualche anatra tuffatrice (Moriglione, Moretta), oltre a folaghe ed altri acquatici; tutti inseguiti da rapaci come il Falco di palude e il falco Pellegrino.
Per lo più si tratta di specie migratrici, ma alcune si fermano anche nella palude per nidificare, come gli Aironi cenerini che stanno già preparando il nido; con un po’ di fortuna, si potranno osservare anche specie rare come il Mignattaio, la Gru e la Cicogna bianca.
Tutti questi uccelli acquatici approfittano dell’ambiente ricreato dagli interventi di manutenzione e ripristino ambientale effettuati nel corso degli anni all'interno della Riserva Naturale.
Il percorso pianeggiante, di circa 6 km compreso il ritorno, non presenta alcuna difficoltà tecnica; sono consigliati scarponcini da trekking o stivali di gomma, secondo la stagione (chiedere al momento della prenotazione), binocolo e macchina fotografica.
Seguiranno altre visite settimanali, sempre condotte da una Guida Ambientale Escursionistica qualificata, secondo il calendario disponibile su www.paduledifucecchio.eu; informazioni e prenotazioni presso il Centro RDP Padule di Fucecchio Onlus, tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it


Clicca qui!




Data Pubblicazione: 05/03/2018

Archivio Notizie